“Noi ci siamo, e tu?”

I cittadini di Sestri Ponente non hanno mai visto la Giglio Bagnara chiusa nemmeno durante la seconda guerra mondiale eppure non abbiamo esitato un secondo nel chiudere il negozio l’11 marzo, in anticipo rispetto alle indicazioni della autorità. In questo periodo di avvicinamento alla cosiddetta “Fase2”, la stessa attenzione per la salute dei nostri clienti e dei dipendenti anima la volontà di ripartire nostra e di tutti i commercianti.
Dal 28 aprile Giglio Bagnara ha riaperto il reparto bambino al terzo piano con orario ridotto e adottando tutte le misure di sicurezza del caso. Al piano terra del negozio, la libreria Mondadori ha riaperto il 22 aprile e Apple Premium Reseller riaprirà il 4 maggio assieme alle altre attività commerciali.

Per permettere di fruire al meglio delle collezioni – senza doversi recare in negozio – è possibile prenotare la propria seduta virtuale di personal shopping. Giglio Bagnara ha previsto un servizio molto semplice di shopping virtuale che prevede il tour dei capi attraverso WhatsApp e altre piattaforme social e video. Per prenotare basta contattare il numero di telefono: 3339329572. Inoltre, parallelamente è stato disposto un servizio di consegna a domicilio per tutte le collezioni presenti negli store EcoBike un sistema che garantisce la sostenibilità ambientale delle consegne. A breve verrà lanciato l’e-commerce con alcuni prodotti esclusivi come i mezzari genovesi e i capi di punta della prossima stagione.

Dobbiamo darci l’obiettivi di convivere con il virus – in attesa di auspicate misure maggiormente risolutive – rispettando le regole a tutela della salute della nostra comunità. Nel frattempo, siamo tutti chiamati a sostenere l’autenticità dei nostri centri storici e delle nostre città in cui vivono i valori del territorio che questo paese è straordinariamente capace di esprimere. Dobbiamo tutelare con impegno una parte importunante della nostra cultura di cui le attività commerciali sono un presidio fondamentale.
In questo momento abbiamo tutti bisogno di recupera la volontà autentica del fare che caratterizza la nostra città e abbiamo bisogno di recuperare i nostri riferimenti. Giglio Bagnara c’è. E tu?