Una trilogia di mezzari genovesi per il 150° anniversario della Giglio Bagnara

“Palasso Bagnea” , “Macaia” e “Portu de Zena” sono i tre mezzari che verrano prodotti per celebrare il 150° anniversario della Giglio Bagnara. Il mezzaro è un raffinato prodotto legato alla tradizione genovese che già nel Duecento era in uso tra le donne della città. L’introduzione dei disegni – a cui si è soliti associare il mezzaro – risale al XII secolo ed è connesso all’arrivo della Compagnia delle Indie che importava dall’Oriente pezze di stoffe con disegni tradizionali destinati a diventare complementi d’arredo. Ines Paderni, che ha disegnato “Palasso Bagnea”, ha elaborato un disegno innovativo, di grande valore estetico, che tiene in considerazione il bordo floreale tipico dei mezzari. La centralità dell’albero della vita si unisce alla peculiarità dello storico Palazzo Lomellini di Genova Sestri Ponente dove ha sede la Giglio Bagnara.

Il secondo mezzaro della trilogia è stato disegnato da Paolo Bonfiglio – allievo di Lele Luzzati – che ha unito un insieme di simboli e ricordi con particolare risalto per la vegetazione mediterranea orientaleggiante tipica degli antichi mezzari. La Genova disegnata è osservata da un sereno posto di campagna il cui cielo e il mare bianchi rivelano il nome di questo mezzaro voluto dall’artista: Macaia. 

Carolina Italiani è una pittrice genovese che nel 2004 – in occasione di Genova capitale europea della cultura – aveva vinto il concorso di Giglio Bagnara ” Disegna tu il mezzaro del 2004 ” e venne premiata con l’assunzione quale apprendista . Questo suo bellissimo mezzaro riporta un disegno originale del Porto di Genova con incastonato il Palazzo Lomellini di Giglio Bagnara. Il sole che tramonta è il simbolo di Sestri Ponente così come i cantieri e il ramo industriale del porto.


Tutta la trilogia sarà disponibile in edizione numerata dal 19 ottobre, e in prevendita dal 15 Settembre!